Flavio Sarnelli

FlavioSarnelli

Fondamentalmente sono un pigro, però dinamico, se non altro perché vengo al lavoro in bici e adoro gli ossimori.

Quando avevo 13 anni, nel lontano… beh, lasciamo perdere, leggendo la biografia di un noto creativo fui colpito dal motivo per cui faceva il grafico: «sempre meglio che lavorare» e ne ho fatto il motto per la vita.

Da allora, dopo una vacanza di 5 anni al II Istituto d’Arte di Napoli, ho cominciato la professione di graphic designer. In Merqurio mi occupo di grafica sia per la stampa che per la pubblicazione online, dall’impaginazione di libri e magazine alla realizzazione di siti ed e-visual interattivi, dalla progettazione e realizzazione cartotecnica di astucci ed espositori, all’advertising sia tradizionale che online.

Insomma, giorno dopo giorno mi diverto sempre di più, perché ogni  attività è diversa dall’altra. La parte più bella del mio lavoro? Il panico da monitor bianco che ti prende ogni volta che parte un nuovo progetto.

Che volete farci, non si vive di solo pane, ma anche di penne, matite, pastelli, carte e cartoncini, a volte fisicamente tangibili, altre splendidamente digitali.

Ah, dimenticavo! Il mio lavoro s’incastra come in un complesso puzzle con le reciproche attività delle mie colleghe e dei miei colleghi, con i quali lavoro gomito a gomito ripetendo in coro il motto: «sempre meglio che lavorare».

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: