I cosmetici e le basi del futuro in farmacia

//I cosmetici e le basi del futuro in farmacia
Cosmetici e Farmacia: due prodotti su dieci sono venduti in farmacia Condividi il Tweet

La scorsa settimana si è conclusa un’altra edizione del Cosmoprof Worldwide Bologna, l’evento internazionale più importante nel settore della bellezza professionale. Ha registrato numeri di grande successo, e una crescita di visitatori stranieri dell’11%.

Cosmetici in cifre

Oltre 250.000 visitatori professionali da tutto il mondo hanno partecipato all’evento che ha raggiunto una portata sempre più internazionale: i visitatori stranieri sono cresciuti dell’11%.

Cifra record anche per gli espositori: 2.822 aziende provenienti da 70 nazioni.

Anche dal punto di vista social, numeri incredibili: solo nella settimana dedicata all’evento sono state registrate oltre 270.600 interazioni in termini di “mi piace” e condivisioni.

Numeri incredibili, quindi, che fanno maturare grandi aspettative anche sulla prossima edizione di Cosmofarma,  a Bologna dal 18 al 22 aprile, con il patrocinio di Federfarma e in collaborazione con Gruppo Cosmetici in Farmacia di Cosmetica Italia. 

Cosmetici e pharma

Il futuro della farmacia ruota sempre più attorno ai cosmetici. Diversificare e fidelizzare il cliente diventa una sfida importante e il comparto offre un valido contributo al raggiungimento dell’obiettivo.

I dati confermano che il settore gode di ottima salute: il canale farmacia ha generato in Italia il 18,5% delle vendite totali di prodotti di bellezza superando gli 1,8 miliardi di euro, al terzo posto dopo Gdo e profumeria.

«L’anno scorso si è chiuso con una crescita del 2% per le vendite di cosmetici in farmacia, un valore che, considerando il panorama economico interno, è di assoluto rilievo. Le farmacie si stanno trasformando con l’ingresso di catene internazionali e di professionisti del retail. I cosmetici e gli integratori potranno dare, a chi saprà cogliere questa occasione, la possibilità irripetibile di ampliare le vendite e, soprattutto, creare un rapporto di fiducia con il cliente-paziente grazie al consiglio specialistico che solo un farmacista può dare. Basti pensare che due cosmetici su dieci sono acquistati in farmacia: di questi, il 30% su suggerimento, appunto, del farmacista e il 15% del medico dermatologo», ha commentato Stefano Fatelli, presidente del Gruppo Cosmetici in Farmacia di Cosmetica Italia durante la presentazione dell’evento Cosmofarma Exhibition.

By | 2018-03-29T13:31:53+00:00 marzo 29th, 2018|0 Commenti

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.