Amazon e il Pharma: le dichiarazioni di un intervistato anonimo

/, Marika Romagnoli/Amazon e il Pharma: le dichiarazioni di un intervistato anonimo
I dettagli del lavoro di ricerca condotto da Amazon nel pharma Condividi il Tweet

Una nuova relazione della società di ricerche finanziarie Leerink – che ha seguito da vicino le iniziative di Amazon nel campo dell’assistenza sanitaria – afferma che il colosso del web sta espandendo il team di ricerca e stia cercando una porta d’ingresso nel settore farmaceutico.

Un nuovo player del settore farmaceutico

I ricercatori di Leerink hanno intervistato un anonimo ex dipendente di Amazon, e pare che il team di “esploratori” del settore farmaceutico, che inizialmente era composto da 7-8 persone, ora ne conti ben 30-40.
L’obiettivo? Soddisfare tutte le esigenze dei suoi clienti affinché essi siano fedeli: per fare questo, anche salute e medicina devono essere servite su Amazon.com.

Leerink afferma, dunque, che non si tratta più di sapere “se” Amazon farà il suo ingresso nel settore farmaceutico, bensì di “quando”: si tratta di un’opportunità di mercato pari a 3 miliardi di dollari.

Ad oggi, Amazon sta cercando di rafforzare il suo programma di adesione Prime, il servizio in abbonamento che garantisce vantaggi ai clienti. Alla luce di tutto ciò, l’inclusione dei farmaci nell’offerta dei prodotti, appare come una naturale evoluzione del suo servizio.

Tuttavia la decisione di Amazon di fare il suo ingresso nel settore farmaceutico ha radici ben profonde: già negli anni ’90 il CEO di Amazon Jeff Bezos si è interessato alla startup Drugstore.com, alla fine acquisita da Walgreens.

Come ha riferito la CNBC, Amazon nell’ultimo anno ha incontrato gente del settore, compresi i produttori di farmaci generici, per capire come possa fare ingresso in questo campo.

A maggio, la società ha iniziato a intervistare un direttore generale di farmacia per guidare il team, e ha cercato di reclutare esperti sanitari per mesi. Tra gli intervistati di novembre scorso ci sono stati produttori di farmaci generici come Sandoz e Mylan.

Accertata la sicurezza del suo ingresso in questo mondo, ci si chiede come cambierà l’equilibrio economico nel settore farmaceutico: l’ex membro di Amazon intervistato dagli analisti di Leerink ha affermato che Bezos pare sia intenzionato ad adeguare i prezzi alle già esistenti fasce di prezzo più basse.

Molti, tuttavia, affermano che potrebbe essere un attore chiave nel far scendere i prezzi di tutti i farmaci, ridisegnando completamente il mercato.

L’intervistato “anonimo” ha infatti anche affermato che Amazon, probabilmente, venderà farmaci direttamente ai consumatori e costruirà una piattaforma aperta a tutti i fornitori, simile al suo modello di Marketplace. Ciò potrebbe ulteriormente stimolare la concorrenza sui prezzi tra i produttori di farmaci.

Nel complesso, l’ingresso di Amazon nel settore farmaceutico potrebbe sembrare una conclusione scontata, ma i fatti dimostrano il contrario: rispetto alla vendita di farmaci generici con pagamento in contanti e forniture mediche, “La sua prima e migliore opportunità rimane nel mercato dei pagamenti in contanti per le prescrizioni generiche”, come ha dichiarato Adam Fein, Presidente di Pembroke.

By | 2018-01-26T12:08:38+00:00 gennaio 26th, 2018|0 Commenti

Scrivi un commento