Carepy, la start up pugliese,si è aggiudicata il Digital Awards 2017 nella categoria Startup Company. Condividi il Tweet

Ne abbiamo parlato con Davide Sirago, Ceo Carepy.

D. Un ulteriore riconoscimento che si aggiunge agli altri prestigiosi premi.

R. Dopo avere ricevuto – tra gli altri – il Premio dei Premi dell’Innovazione, consegnatoci lo scorso 20 settembre dal Presidente Mattarella; il Premio Eureka e il Premio Innovazione di FarmacistaPiù, siamo stati orgogliosi di vedere riconosciuto il nostro impegno come progetto utile all’implementazione del digitale a supporto di Pazienti, Farmacisti e Medici.

È stato molto motivante sapere che una giuria tecnica e istituzionale abbia apprezzato il nostro progetto.

D. In breve, come descriverebbe Carepy

Carepy è l’unico servizio digitale che aiuta, in concreto, la famiglia a gestire meglio farmaci e prodotti sanitari e a seguire in maniera scrupolosa terapie e trattamenti.

D. Qual è il valore aggiunto del vostro servizio digitale?

R. Creare una rete attiva di supporto, costituita da medici e farmacisti, in modo che la famiglia non sia lasciata sola e che medici e farmacisti abbiano vantaggi professionali ed economici. In particolare, grazie a Carepy, il farmacista riesce a fidelizzare il paziente e a inviare promozioni e consigli mirati; mentre il medico ha a sua disposizione un sistema automatico di gestione di appuntamenti, prescrizioni e consigli sulla salute.

D. Come definirebbe l’esperienza ai Digital Awards?

R. Sono stato molto felice di vedere valorizzate le start up, che hanno gareggiato sullo stesso piano delle più grandi aziende farmaceutiche.

D. Il prossimo traguardo che vi piacerebbe raggiungere?

R. Ci stiamo impegnando per collaborare, in un’ottica di Open Innovaton, con i più rilevanti stakeholder del sistema sanitario. Perché il nostro reale obiettivo è migliorare l’aderenza terapeutica dei pazienti e aiutare i loro parenti e caregiver a gestire le terapie in modo sempre più smart.