La reputazione del #Pharma supera quella dei settori turismo e media Condividi il Tweet

 

Il Pharma in Italia ha registrato nel 2017 una crescita senza precedenti in termini di reputazione delle aziende che ne fanno parte.

Italy Pharma RepTrak® 2017 è una ricerca condotta dal Reputation Insitute, che fornisce l’elenco più completo delle aziende del settore farmaceutico classificate per il livello di reputazione su territorio italiano.

Quest’anno ha registrato risultati sorprendenti, a supporto di coloro che sostengono la candidatura dell’Italia come nuova sede dell’Agenzia Europea del Farmaco (in trasferimento da Londra dopo la Brexit).

 

 

Reputazione nel Pharma: Italia da record

Ecco i primi 10 posti della classifica delle aziende del Pharma più apprezzate e riconosciute in Italia:

1. AbbVie (76,5)
2. Novo Nordisk (75,2)
3. Amgen (74,4)
4. Eli Lilly (73,8)
5. MSD (73,8)
6. Janssen (73,6)
7. Zambon (73,4)
8. Bayer (73,2)
9. Merck (73,1)
10. Allergan (73,1)

La reputazione del Pharma in Italia nel 2017 ha registrato una fortissima crescita rispetto al 2016 (tra le più alte registrate dal Reputation Institute a livello internazionale), superando anche settori privilegiati dalla popolazione italiana quali il turismo e il settore dei media.

La classifica mostra, inoltre, la tendenza degli italiani a favorire brand stranieri: vi è solo una italiana tra le prime 10Zambon Group al 7° posto, seguita poi da Angelini (14°), Dompè (16°), Menarini (17°), Recordati (19°), Chiesi (22°) e Bracco (25°).

“Non solo gli italiani ripongono sempre più fiducia nel settore, ma anche la reputazione di Milano, città candidata a ospitare la prossima sede dell’Ema, continua a registrare una crescita costante che ormai la posiziona tra le prime città più apprezzate al mondo: un mix che rende la candidatura di Milano – e dell’Italia – ancora più credibile e autorevole”, ha affermato Fabio Ventoruzzo, direttore del Reputation Insitute.

Il prossimo passo è, quindi, quello di far sì che il legame con le persone diventi il centro di una comunicazione sempre più orientata alla relazione, e meno al prodotto: il pharma è in perfetta salute, pronto anche a questo.