Amazon 1492: il team segreto punta all’Health Care 

/, Innovation, Marika Romagnoli/Amazon 1492: il team segreto punta all’Health Care 
Amazon punta all'Health Care: arriva 1492 Condividi il Tweet

Amazon ha deciso di approdare nel settore dell’Health Care col progetto 1492: è quanto giunge da alcune indiscrezioni della CNBC.

Il nuovo team, con sede a Seattle, porta il nome dell’anno in cui Cristoforo Colombo ha “scoperto” l’America: riuscirà ad approdare senza affondare?

 

1492: il team segreto di Amazon punta all’Health Care

Fondata da Jeff Bezos nel 1994, e lanciata nel 1995 col nome di Cadabra.com, Amazon è oggi la Internet Company più grande al mondo.
1492 sarebbe il progetto che consacra il suo ingresso nel settore Health Care, che riguarda la cura e la salute delle persone.
Oltre alle indiscrezioni della CNBC, molti indizi giungono anche dalla ricerca da parte dell’azienda di alcune posizioni lavorative aperte su Linkedin.

Il nuovo team 1492 rappresenta l’unione di più esperienze, volte a ricoprire una fetta di mercato che per i grandi colossi tecnologici sembra qualcosa di nuovo e inesplorato: eppure non lo è affatto!
Così come l’America, l’Health Care è incontaminato per incapacità e non per irraggiungibilità: già Microsoft e Google hanno provato in precedenza ad approdare al mondo della medicina, andando però incontro a due precoci insuccessi.
Apple rappresenta, invece, un esempio leggermente riuscito, grazie allo sviluppo di device che offrono un supporto quotidiano alla salute dell’utente-paziente. Questo caso rappresenta il primo vero tentativo – seppur timido – di approccio tecnologico al mondo della medicina.
Amazon è tutt’oggi completamente estranea al mondo medico, eppure ha portato in auge quest’idea di business fino ad assemblare un team che, stando alle indiscrezioni, avrà a che fare prima di tutto con i Big Data, con la raccolta e la distribuzione di informazioni, fino ad aprirsi in maniera graduale al mondo di medicina e telemedicina.

Per i colossi, la salute delle persone è la nuova sfida da affrontare: sono fiduciosi nelle potenzialità del settore, o sono solo tentativi per ottenere un ulteriore vantaggio competitivo? Come si giocherà la lotta tra i due giganti, Apple e Amazon? E soprattutto, che ripercussioni avrà tutto questo nel pharma?

Probabilmente a rendere tanto appetibile, quanto inaccessibile, questo settore ai colossi tecnologici è l’imprescindibile bisogno che ciascuno ha nel fare riferimento ad un professionista in carne ed ossa quando si tratta della propria salute.
Tuttavia, laddove Amazon riuscisse a vestire i panni di Cristoforo Colombo, darebbe vita a una sfida concorrenziale con Apple che dovrebbe portare i “nativi americani” del pharma a ripensare la loro posizione: la terra dell’Health Care tradizionale subirebbe, altrimenti, la colonizzazione del futuro.

Conoscere il proprio nemico è il primo passo: fare di lui un alleato, magari un punto d’arrivo per giungere a quella multicanalità necessaria all’individuo multitasking contemporaneo.

By | 2017-12-11T09:18:32+00:00 agosto 3rd, 2017|0 Commenti

Scrivi un commento