2016: un anno poco esaltante per i farmaci senza obbligo di prescrizione. Condividi il Tweet

Nel White Paper di marzo  abbiamo esaminato i dati di vendita dei farmaci senza obbligo di prescrizione dello scorso anno confrontandoli con quelli del 2015, anche in riferimento ai canali di vendita ovvero farmacie, parafarmacie e grande distribuzione.

I consumi appaiono in decisa flessione e, di conseguenza, anche il giro di affari appare in calo.

 

Il business degli integratori cresce

Decisamente interessanti, invece, le cifre che arrivano dal mercato degli integratori, un settore che sembra promettere bene. In particolare fanno registrare ottimi risultati con picchi superiori alla media nazionale,  i prodotti per l’apparato circolatorio, i preparati calmanti e i rimedi per tosse e raffreddore.

In crescita anche gli investimenti da parte delle aziende e le esportazioni.

Per scaricare gratuitamente l’intero White Paper: Farmaci senza obbligo di prescrizione, compila il form sottostante: